Dicono di noi: Nona edizione per il “Cainofest”

Inserito da il 20 agosto 2012 in News | Articolo letto 380 volte

Dicono di noi: Nona edizione per il “Cainofest”

di Libero Marino

Cresce l’attesa ad Aquino per la nona edizione del “Caino fest”. La rassegna di musica rock (24 e 25 agosto, ingresso gratuito) avrà come teatro lo splendido scenario del Parco del Vallone reduce dal successo di Cosmosummer . La mastondontica area verde, suggestiva appendice del centro storico della città di San Tommaso, tornerà a vibrare di suoni ed emozioni. Merito dei ragazzi dell’Associazione “Caino” che, anche quest’anno, in linea con le passate edizioni, si apprestano a confezionare una due giorni musicale di indubbio livello. Molte le iniziative che scandiranno la due giorni di festa. La musica rappresenterà solo il contorno alle molteplici attività che animeranno, senza soluzione di continuità, il parco.

All’interno della manifestazione, drink and food, area stand, free climbing, mostre d’arte, pittura, scultura, fotografia,workshop, lavorazione cuoio, attività per bambini.La proiezione dei video e cortometraggi sarà affidata alla “Associazione Alveare” di Roccasecca. Ad allietare i palati dei visitatori sarà la quinta sagra dell’arrosticino abruzzese, un appuntamento imperdibile che negli anni ha riscosso un successo sempre crescente. Il tutto innaffiato dall’ottima birra che i ragazzi propineranno negli appositi stand dislocati all’interno dell’area verde. La novità di questa nona edizione sarà rappresentata “dall’Adozione amici a quattro zampe” in collaborazione con la L.I.T.A.A. (Lega Italiana Tutela Animali e Ambiente). Una iniziativa lodevole dedicata ai cinofili che testimonia, qualora ce ne fosse bisogno, che “Caino” non rappresenta un’etichetta riconducibile solo all’ambito musicale ma vuole aprirsi con slancio ad altri spaccati del sociale. Spazio riservato inoltre alla Cosmetica vegetale con le consigliere di bellezza di Yves Rocher, per diffondere la cultura dell’essere belli anche senza che si testi sugli animali.

PILLOLE DI STORIA – L’Associazione aquinate ha mosso i primi passi intorno alla metà degli anni 90′ individuando in un anonimo asilo di periferia la base logistica delle operazioni. Numerose le band (nazionali ed internazionali) succedutesi nel corso degli anni. Di lì a poco la decisione di migrare nel Parco del Vallone, area più idonea per accogliere un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo. Il gruppo negli anni ha ingrossato le fila e anche quest’anno è pronto a stupire il Basso Lazio con band di fama internazionale provenienti da Francia e Germania.

“Siamo fiduciosi sull’esito della manifestazione, spiega Antonello Ricci, uno dei responsabili storici di Caino, stiamo lavorando con grande dedizione nonostante il caldo di questi giorni. L’invito che rivolgo a tutti è quello di riempire questa nostra splendida area verde che ci auguriamo possa diventare in futuro il cuore pulsante di tutte le attività della nostra città”